Suv e Crossover: speranza di un mondo dell’auto di nuovo in crisi

Piove sul bagnato.

I tre mesi di lockdown forzato, praticamente in ogni angolo del mondo, hanno inferto l’ennesimo colpo – se pur non mortale – al settore dell’auto.

Un settore dell’auto che viveva già momenti di grandissima crisi. Per uscirne? Semplice, i marchi continuano a puntare sul segmento che li ha mantenuti a galla – e in alcuni casi fatti prosperare – negli ultimi anni. Ovvero Suv e Crossover.

Per il 2021 tutti i principali marchi saranno in uscita con nuovi modelli e nuovi allestimenti.

Per provare a muovere un mercato dove con ogni probabilità neanche i bonus sostanziosi stanziati dal grosso dei governi europei riusciranno a riportare le vendite a quelle che furono, ormai tanti anni fa.

Riduzione della spesa? No problem, i Crossover oggi sono alla portata di tutti

Certo, rimane il nodo della spesa, soprattutto in un’Europa dove la crisi ha colpito duro e che lascerà con ogni probabilità il ceto medio con una minore possibilità di accesso a finanziamenti e risparmi.

A questa domanda di vetture del segmento, senza però spendere una fortuna, risponderanno con ogni probabilità i Crossover, che oggi vengono inseriti a listino anche con allestimenti decisamente alla portata di tutti.

Guidare un’auto di questo tipo – dovrebbe essere chiaro per tutti – non è più un’esclusiva per pochi.

Saranno i SUV a soffrire di più? Con ogni probabilità sì, anche se pur in quel segmento qualcosa, al ribasso, si muove.

Sicurezza e comfort al primissimo posto

C’è qualcosa alla quale, anche in momenti di crisi, gli automobilisti non sembrano essere pronti a rinunciare.

Vedi anche  Nuova Volkswagen Amarok 3.0 V6, maggior potenza e performance

Sono sicurezza e comfort, caratteristiche di un’auto inerenti alla funzionalità.

Sicurezza e comfort ai quali SUV e Crossover hanno ormai abituato gli automobilisti di tutto il mondo.

E neanche in un momento di crisi come non se ne vedevano ormai da diverso tempo gli automobilisti saranno pronti a rinunciarvi.

Guidare un SUV o un buon Crossover, di quelli che vengono commercializzati dalle migliori marche, cambia completamente le prospettive di chi è alla guida.

E una volta cambiate le prospettive, tornare ad una vecchia berlina sembra semplicemente impossibile.

SUV e Crossover: pronti a suonare di nuovo la carica

I pessimisti puntano alla saturazione del mondo dell’auto e soprattutto alla crescente scomodità di questo mezzo, almeno nelle grandi città.

SUV e Crossover però hanno dimostrato che non è la voglia di auto ad essere sparita, ma la voglia di un certo tipo di auto.

SUV e Crossover sono andati, negli anni precedenti, contro ogni tipo di previsione, al rialzo o al ribasso che fosse, dimostrando che c’è ancora il cuore dell’innovazione che batte forte nei principali marchi dell’auto europea.

Se saranno in grado di salvare il settore ancora una volta – e in condizioni di crisi così aperta – lo scopriremo solo vivendo.

Sta di fatto che se si intravede una luce, benché fioca, in fondo al tunnel, il merito va assolutamente ascritto proprio a SUV e Crossover.

Investire nell’auto anche in momenti di crisi

Il nostro consiglio per gli automobilisti è di fare un piccolo sforzo e continuare a prediligere marche e segmenti che possono effettivamente regalare prestazioni adeguate, soprattutto in termini di sicurezza e comodità alla guida.

Compiamo in auto decine di migliaia di chilometri, esposti a rischi importanti sia sulle strade urbane sia su quelle extra-urbane.

Vedi anche  Il sogno di ogni bambino? Correre in pista! Come diventare un pilota

Risparmiare su sicurezza e qualità del mezzo che ci accompagna non sembra essere una buona idea, neanche durante un momento di crisi duro come questo.