Documento valutazione dei rischi: cos’è e a cosa serve

dvr documento valutazione del rischio

Il documento di valutazione dei rischi è un documento obbligatorio per legge. Il cosiddetto dvr per aziende, ovvero un documento di valutazione dei rischi è una relazione che viene fatta in maniera obbligatoria da parte delle imprese. Queste ultime hanno il compito di redigere e rendere disponibile la consultazione da parte degli organismi di controllo tutti gli eventuali rischi che si possono riscontrare sul luogo di lavoro.

Il documento ha come scopo di individuazione di tutti i rischi che esistono sul luogo di lavoro e poi deve anche spiegare quali potrebbero essere le mansioni che possono provocare malattia professionale o anche degli infortuni sul lavoro. Il documento di valutazione dei rischi ha anche lo scopo di predisporre tutte le misure che servono a controllare i rischi e anche a prevenire qualunque tipo di problema che può sorgere in un’azienda. Il DVR ad esempio, deve riportare tutti gli interventi di manutenzione che vengono fatte in determinati periodi agli impianti e macchinari, nonché i programmi di intervento che vengono messi in campo per aumentare i livelli di sicurezza. In questo documento bisognerà inoltre sottolineare quali strumenti vengono utilizzati per evitare qualunque tipologia di rischio per i lavoratori e anche quali sono gli addestramenti che sono stati messi in campo per il personale così da prevenire qualunque tipo di rischio nella loro attività.

Le caratteristiche del documento di valutazione dei rischi

Il documento di valutazione dei rischi delle imprese deve soddisfare una serie di requisiti. All’interno, infatti deve esserci una relazione che spiega tutti i rischi per la sicurezza e per la salute che è possibile riscontrare sul luogo di lavoro e poi bisognerà anche identificare le misure di prevenzione che vengono adottate. Inoltre sarà necessario descrivere tutte le procedure messe in campo per indicare i ruoli nell’organizzazione delle procedure di sicurezza e individuare il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione nonché di un rappresentante dei lavoratori per la sicurezza in modo tale che tutti possano verificare in che modo vengono messi in campo le procedure previste dalla norma, in merito agli interventi per garantire l’incolumità dei dipendenti. All’interno del documento, inoltre bisognerà anche individuare tutte le mansioni che possono essere considerate rischiose per la salute umana e perciò richiedono delle competenze specifiche, nonché addestramento formazione e spiccate capacità professionali. L’impresa che è chiamata a redigere il documento di valutazione dei rischi deve effettuare prima un sopralluogo sul posto in cui si lavora e poi dovrà verificare ogni documento relativo alla sicurezza. Dopo questa fase di analisi vengono studiati i mesi della prevenzione e viene alla fine redatta la relazione finale.