Offerte gas: come trovare la migliore e spendere meno

Sono molti gli italiani che per il gas e la luce hanno ancora i contratti con il servizio di maggior tutela. Questo servizio, gestito dallo Stato e calmierato dalle autorità competenti, verrà completamente dismesso nei prossimi mesi; per questo motivo oggi è importante cercare un nuovo gestore, o comunque interessarsi alle offerte gas e luce più convenienti disponibili sul mercato. Per altro, nonostante il servizio di maggior tutela sia calmierato, oggi esistono offerte gas e luce molto più convenienti, che consentono di spendere meno, o anche di godere di servizi aggiuntivi.

Dove trovare le migliori offerte gas e luce

Per trovare le migliori offerte gas disponibili sul mercato on è necessario diventare pazzi recandosi di persona agli sportelli dei diversi gestori presenti sul territorio. Anche perché in ogni Provincia italiana si parla di varie proposte, a partire da quella del distributore di zona, che in genere si occupa anche del servizio di maggior tutela. Per cambiare tariffa non è necessario cambiare gestore, basta modificare il contratto, l’importante sta nel cambiare per un tipo di tariffa più interessante di quello precedente. Le offerte gas e luce si possono verificare direttamente sui siti delle singole aziende; sulle pagine di questo tipo di siti internet si possono trovare tutte le specifiche, comprese le varie disposizioni contrattuali.

Scegliere l’offerta gas e luce migliore in assoluto

Come avviene per molte altre cose, non esiste un’offerta gas e luce migliore in assoluto, se non per quanto riguarda la tariffa da saldare per quanto riguarda la componente energia. Questa è la voce su cui i clienti hanno potere contrattuale, oltre a poterla modificare nel corso del tempo: meno consumo, e meno pago per la componente energetica. Le proposte disponibili in Italia sono di vario genere, le caratteristiche più interessanti riguardano il singolo utente; ci sono infatti offerte particolarmente interessanti per chi utilizza il medesimo gestore per luce e gas, altre consentono di spendere poco utilizzando la corrente elettrica soprattutto nelle ore serali, altre ancora che ci scontano in modo importante i consumi energetici notturni. Visto che ognuno ha il suo personale stile di vita, è ovvio che le caratteristiche più interessanti dipendono dalle necessità di utilizzo del singolo utente.

Come cambiare gestore

Non si pensi che cambiare gestore sia una cosa complessa e che si dilunga nel temo, anzi. Un tempo era necessario chiudere il contratto con il precedente gestore, a volte andando addirittura incontro al pagamento di penali; fatto questo si rimaneva per forza un certo tempo senza fornitura, mentre si attivava la nuova fornitura con un altro gestore. Oggi le cose sono molto più semplici, è infatti sufficiente contattare il nuovo gestore, indicargli il punto fornitura che si desidera modificare e attendere che il gestore si occupi di tutto, compreso il contatto con l’azienda di fornitura vecchia. Non ci si deve preoccupare di nessuna questione burocratica e molte aziende consentono di attivare il nuovo contratto direttamente online. L’unica questione che spetta al cliente riguarda il saldo di tutti i consumi precedenti, per i quali si riceve solitamente una bolletta di conguaglio.

Vedi anche  Il portale nazionale dedicato all'autospurgo e al pronto intervento fognature