Cerchi un allarme? I migliori sistemi di antintrusione in casa

Uno degli aspetti irrinunciabili per vivere in serenità la propria casa è la sicurezza di sentirsi protetti da eventuali furti o tentativi di intrusione. Soprattutto negli ultimi anni durante i quali i furti in casa sono notevolmente aumentati, tantissime sono le persone che hanno deciso di dotare la propria casa di sistemi antintrusione più sicuri.

Le richieste provengono principalmente da proprietari di abitazioni che si trovano al piano terra oppure in zone isolate dove il rischio di subire furti è più alto rispetto ai centri cittadini. Esistono diversi sistemi di allarme, tutti molto validi e sicuri, che ci permettono di sentirci tranquilli tra le nostre mura domestiche. Se intendi acquistare un impianto di allarme clicca qui o qui.

Come scegliere l’impianto di allarme?

Prima di acquistare un sistema di allarme, è necessario valutare alcuni fattori che devono orientare la nostra scelta. Alcuni di questi sono la grandezza della casa, il numero di stanze e quindi di porte e finestre, la presenza o meno di animali domestici e il numero delle ore durante le quali la casa non è abitata. Anche il prezzo e il budget che si vuole spendere sono fattori da tenere in considerazione.

Per quanto riguarda le tipologie, esistono diversi modelli di antifurto tra i quali scegliere. Il più classico è l’allarme con i fili e collegato ad una centralina. È considerato un sistema sicuro perché difficilmente può essere manomesso, i fili sono inserite nelle pareti perimetrali. Si tratta di una soluzione ottimale se l’abitazione sulla quale verrà installato è in corso di costruzione mentre diventa più oneroso inserirlo in abitazione già completate.

Vedi anche  Crea il loft perfetto: il nuovo modo di arredare

L’alternativa al sistema di allarme con i fili è quello wireless: in questo caso, le comunicazioni con la centralina non avviene tramite fili ma sfruttando onde elettromagnetiche. I sistemi wireless più moderni integrano anche le cosiddette tecnologie gsm che permettono di collegarsi all’allarme tramite il proprio smartphone. Il sistema di allarme perimetrale invece, viene posizionato all’esterno delle abitazioni e scatta quando questa linea invisibile di demarcazione viene oltrepassata.

Potete scegliere il sistema di allarme anche in base ai sensori. Quelli più funzionali sono sicuramente quelli ad infrarossi che permettono di segnalare la presenza di intrusi nel caso in cui uno di questi raggi venga interrotto. Lo svantaggio di questi sensori è che se non sono opportunamente installati rischiano di creare falsi allarmi. Particolarmente adatti a chi ha un animale domestico è il sensore pet immune. Questi sensori riconoscono la presenza del vostro cane o del vostro gatto e distinguere i suoi movimenti da quelli di eventuali malintenzionati.