Check up automobile: come farlo, ma soprattutto con quale autofficina farlo

Cosa fare prima di partire per un viaggio? Sicuramente far controllare la propria automobile da un meccanico professionista. Il periodo estivo, a causa delle alte temperature, sollecita maggiormente alcuni elementi della vettura, come gli pneumatici (ma non solo). In questo articolo vedremo cosa comprende un check up generale dell’auto, e come scegliere l’autofficina giusta.

Cosa comprende un check up auto?

Come anticipato, prima di partire per un viaggio estivo è opportuno far controllare la propria automobile presso un’autofficina di fiducia. Alcuni controlli sono davvero molto importanti, perché servono per tutelare la sicurezza degli occupanti della vettura, ma anche quella delle macchine che si incontrano lungo la strada. Il primo e fondamentale elemento da far controllare sono sicuramente gli pneumatici. Nel caso fossero usurati infatti, le alte temperature estive dell’asfalto potrebbero causare delle forature durante la marcia.

A velocità autostradali, una situazione di questo tipo può rivelarsi addirittura fatale, sia per il conducente che per i passeggeri (e per le altre automobili vicine). Un altro controllo che non mancherà mai in nessun check up pre-partenza riguarda i freni. Quando cominciano ad usurarsi infatti, oltre a produrre un rumore fastidioso di “ferraglia”, provocano un allungamento degli spazi di frenata, con rischi facilmente intuibili. Aspettare troppo tempo per la sostituzione delle pastiglie inoltre, potrebbe provocare delle perdite di liquido dal circuito frenante.

In questo frangente le conseguenze potrebbero essere davvero drammatiche, come l’inefficacia totale della frenata. Tra i controlli fondamentali troviamo anche quello del circuito di raffreddamento. Seppur non rappresenti un rischio per la sicurezza degli occupanti, un’anomalia nel sistema può provocare il surriscaldamento del motore. In queste situazioni, le spese per la riparazione sono sempre particolarmente impegnative, e richiedono anche parecchio tempo, condizione che rischia di compromettere la vacanza.

Vedi anche  Nuova Volkswagen Amarok 3.0 V6, maggior potenza e performance

Come scegliere l’autofficina auto per il check up

Scegliere un’autofficina riparazione auto affidabile è importante esattamente come i controlli stessi da effettuarsi sull’automobile. Molto spesso si sottovaluta questo fattore, affidando la propria automobile al primo meccanico disponibile. Al contrario, far ricadere tale scelta sui servizi auto offerti dai professionisti di un network di autofficine, può risultare la mossa vincente. In queste realtà infatti, gli standard qualitativi sono molto elevati, e l’assistenza ricevuta sarà impeccabile. A tal proposito, ci sentiamo di consigliare una qualsiasi officina auto First Stop della rete presente su tutto il territorio europeo.

I servizi offerti sono davvero numerosi, e comprendono anche tutti quei controlli di cui non abbiamo ancora parlato, ma che sono fondamentali per un buon check up. Tra i principali troviamo servizi pneumatici, riparazione forature, montaggio, convergenza ed equilibratura degli pneumatici,la ricarica del condizionatore, la sanificazione con azoto, e moltissimo altro ancora. Come detto, il network First Stop è presente in tutta Europa, Italia compresa. Ma come trovare l’autofficina vicino a me? Sarà sufficiente recarsi sul sito ufficiale, considerando che solamente nella nostra penisola, sono presenti oltre 160 punti vendita.

Check up auto: controlli secondari

Ovviamente non sono solo le gomme, i freni, e i liquidi da controllare prima di partire. In ogni check up auto che si rispetti infatti, troviamo tutta una serie di “indagini” sull’efficienza di moltissime componenti. Una di queste riguarda sicuramente tutto il gruppo ottico, il cui corretto funzionamento è fondamentale mentre si marcia, sia per se stessi, che per le automobili incrociate per strada. Un altro controllo che potrebbe rendersi necessario prima di partire, riguarda il rabbocco o la sostituzione dell’olio motore.

Vedi anche  Viaggiare in auto con Fido: ecco i migliori consigli per la sicurezza

Le alte temperature chiaramente mettono maggiormente sotto sforzo l’automobile, che deve risultare efficiente anche in questo frangente. Infine, ma non da ultimo, dobbiamo sottolineare come il parabrezza debba essere in perfette condizioni. Un crepa, anche di piccolissime dimensioni, con le vibrazioni delle velocità autostradali e gli shock termici continui del sole all’esterno, e del condizionatore all’interno, può ingrandirsi anche piuttosto velocemente, diventando molto pericoloso per gli occupanti della vettura.