Recupero Rifiuti Ingombranti: una risorsa nascosta

Recupero Rifiuti Ingombranti

In un mondo ogni giorno più attento all’ecologia e alla gestione responsabile delle risorse sempre maggiore importanza viene data al recupero dei rifiuti ingombranti, risorsa che spesso viene sottovalutata. I gesti che il cittadino deve fare per facilitare questo processo di rivalorizzazione sono pochi e semplici, ma nonostante questo non sempre vengono rispettati. Si preferiscono metodi di smaltimento alternativi, spesso dannosi e pericolosi non solo per l’ambiente, ma anche per le persone.

Ma perché questi rifiuti costituiscono una risorsa?

Di che beneficio è per noi promuovere il recupero dei rifiuti ingombranti?

Promuovere il recupero dei rifiuti ingombranti attraverso un corretto smaltimento

I rifiuti ingombranti sono così definiti poiché a causa delle loro dimensioni o dei materiali che li compongono non possono essere gettati nei normali bidoni della raccolta differenziata, come:

  • Divani
  • Poltrone
  • Tavoli
  • Scrivanie
  • Sedie
  • Armadi
  • Librerie
  • Materassi, reti e strutture letto
  • Biciclette
  • Mobili vari

Soprattutto nelle grandi città, purtroppo, non è raro vedere questi oggetti ormai rotti, vecchi o semplicemente inutilizzati abbandonati per strada, nei parchi o in zone isolate. In realtà la corretta gestione di questi rifiuti ingombranti prevede il conferimento in centro di raccolta o isola ecologica autorizzata, in modo da permettere i processi di recupero delle materie prime.

Se abiti nella Capitale e devi smaltire dei rifiuti ingombranti ti consigliamo di visitare il sito Adftrasporti.it dove potrai richiedere il ritiro e il trasporto di molte tipologie di rifiuti speciali e dove troverai una lista delle isole ecologiche a Roma completa di orari e tipologie di rifiuti ammessi.

Recupero Rifiuti Ingombranti: le materie prime

Grazie al recupero dei rifiuti ingombranti è possibile estrapolare materie prime che a seguito di specifici processi e lavorazioni potranno essere riutilizzate nella creazione di nuovi oggetti. La maggior parte degli ingombranti contiene materiali che si prestano benissimo al riciclo, ad esempio:

  • Legno: trasformato in pannelli utili nella costruzione di mobili e nei rivestimenti
  • Metallo: inviato alle fonderie e recuperato in alte percentuali
  • Vetro: al 100% riciclabile nelle vetrerie
  • Plastica: attraverso rilavorazioni termiche, meccaniche e chimiche si può tornare alla materia prima di partenza o costruire nuovi oggetti
Vedi anche  Ecco cosa portare in campeggio per godersi al meglio le proprie vacanze

Promuovere il recupero dei rifiuti ingombranti attraverso uno smaltimento responsabile diventa quindi fondamentale per consentire questi processi e dare agli scarti una nuova vita.