Kodi: cos’è e perchè è così famoso

video movie

Se siete degli appassionati dello streaming video, avrete sicuramente sentito parlare almeno una volta di Kodi. In questo articolo vedremo nel dettaglio cos’è, come funziona e a cosa deve il suo successo.

Cos’è Kodi?

Kodi Entertaiment Center, per gli amici Kodi, è un media center opensource, agli inizi sviluppatosi per la prima Xbox (XBMP = Xbox Media Player), oggi è disponibile per macOS, Windows, Linux, Apple TV, Raspberry Pi, Odroid C-2 e Android. Inoltre, è disponibile come sistema operativo multimediale autonomo basato su Linux, denominato LibreELEC.

Perchè è così famoso?

I motivi per cui Kodi è così famoso nel panorama dei media center sono molteplici. Tra questi, quelli fondamentali sono la facilità di utilizzo, è open-source (gratis) e la sua totale personalizzazione, per quanto riguarda interfacce e menù. Il fatto che poi può essere utilizzato con qualsiasi dispositivo, dal pc allo smart tv, dal tablet al tv box (per approfondire leggi l’articolo dedicato di https://guideagliacquisti.it/), in qualsiasi momento vogliamo.

Altra importantissima caratteristica è il fatto che può svolgere moltissime funzioni differenti:

  • Riproduzione file multimediali di CD/DVD, Hard Disk, di una cartella o di una partizione windows;

  • Accedere ad internet, navigare sulla rete;

  • Può gestire tracce, gallierie di immagini, previsioni meteo e molto altro;

  • Pieno supporto degli script Python, programmi P2P;

  • Tantissimi add-on installabili per poter di usufruire di piattaforme famose come Netflix, Youtube, Spotify, VEVO e molti altri, il tutto con una facilità disarmante.

Infine, ciò che lo rende tanto interessante è il fatto che, nonostante sia totalmente gratuito, Kodi è in grado di riprodurre la maggior parte dei formati multimediali:

  • Formati Contenitore: AVI, MPEG, WMV, ASF, FLV, MKV/MKA (Matroska), QuickTime, MP4, M4A, AAC, NUT, Ogg, OGM, RealMedia RAM/RM/RV/RA/RMVB, 3gp, VIVO, PVA, NuppelVideo (NUV), Nullsoft Streaming Video (NSV), Nullsoft Streaming Audio (NSA), FLI, FLC, DVR-MS e WTV.

  • Video: MPEG-1/2/4, DivX, XviD, HEVC, H.264, RealMedia, QuickTime, HuffYUV, Indeo, MJPEG, RealVideo, RMVB, WMV, Cinepak, Sorenson.

  • Immagini: RAW, JPEG, GIF, BMP, PNG, TIFF, Multiple-image Network Graphics (MNG), ICO (icon image file format), PCX e Truevision TGA.

  • Audio: MP3, AAC, MIDI, AIFF, WAV/WAVE, AIFF, MP2, AACplus (AAC+), Vorbis, AC3, DTS, ALAC, AMR, FLAC, Monkey’s Audio (APE), RealAudio, SHN, WavPack, MPC/Musepack/Mpeg+, Shorten, Speex, WMA, IT, ScreamTracker (S3M), MOD (Amiga Module), XM, NSF (NES Sound Format), SPC (SNES), GYM (Genesis), SID (Commodore 64), Adlib, YM (Atari ST), ADPCM (Nintendo GameCube) e Compact Disc Digital Audio (CDDA).

  • Sottotitoli: AQTitle, ASS/SSA, CC, JACOsub, MicroDVD, Mpsub, OGM, PJS, RT, SMI, SRT, SubViewer (SUB), VOBsub, VPlayer.

Vedi anche  Come usare il tablet come secondo schermo per PC