Concorso per Agenti di Polizia, il bando in uscita tra pochi giorni

concorso pubblico polizia

Il 2017 sarà l’anno buono se intendete diventare agenti di Polizia. Sarà pubblicato infatti a fine aprile 2017 il bando per partecipare al Concorso come Poliziotto. Quasi 1200 i posti disponibili, anche se una piccola percentuale sarà dedicata a coloro che già fanno parte delle forse Armate. A confermare la notizia è stato il capo della Polizia Franco Gabrielli. Si prevede un afflusso massiccio di candidati, 400 mila le domande previste, anche perchè per partecipare è necessario soltanto il possesso del titolo di licenza media inferiore.

Il Concorso si terrà a Roma e prevede delle prove scritte ed orali. Le graduatorie usciranno ad inizio 2018, gli idonei dovranno affrontare un corso di 6 mesi e per altri 6 mesi lavoreranno “sul campo” come agenti di prova. Superati i 12 mesi diventeranno agenti effettivi e saranno assegnati ad un qualsiasi commissariato d’ Italia, ad esclusione della Regione di residenza.

L’ex prefetto Gabrielli ha sottolineato come questo sarà il primo concorso della Polizia di Stato ad essere determinato dall’art 10 del Decreto legislativo numero 8 del 28 gennaio 2014 che prevede come il concorso non sia piú riservato a coloro che sono in ferma nelle Forze Armate. Dunque apertura anche ai civili.

Come partecipare al Concorso in Polizia

ci sono dei requisiti di idoneità a cui bisogna attenersi, altrimenti è inutile presentare la domanda e ono i seguenti:

  • possesso di titolo di studio di licenza media inferiore, la classica terza media per intenderci;
  • età compresa tra 18 anni e 30;
  • non aver ricevuto condanne penali;
  • godimento dei diritti politici;
  • cittadinanza italiana;
  • non bisogna mai essere stati espulsi dalle forze armate;
Vedi anche  Sibillini WOW, evento di responsabilità sociale nelle Marche

Ricordiamo che in Italia la leva, il servizio militare, non è piú obbligatoria da diversi anni. Gli ultimi ad aver fatto il “militare” sono coloro nati nel 1985 e che oggi hanno 32 anni. Per cui è difficile pensare che un civile sia stato espulso dalle forze armate. Ad ogni modo è un requisito fondamentale.

Per quel che riguarda l’idoneità fisica questa verrà accertata in sede concorsuale non essendo stabiliti al momento dei criteri specifici. Anche coloro che nei concorsi per le forze armate precedenti non raggiungevano un altezza minima potrebbero, questa volta, essere inclusi nelle selezioni. E bene ricordare che il concorso è aperto a Ragazzi e Ragazze senza distinzione si sorta o quote da rispettare.

Come verranno effettuate le selezioni

Come detto, dal Ministero si aspettano circa mezzo milione di domande. Verranno effettuate delle prove scritte ed orali. I testo saranno a risposta multipla e a domanda aperta. Per prepararsi esistono tantissimi test che possono essere acquistati nelle librerie specializzate in Concorsi.

Non da meno ci saranno delle domande per testare la conoscenza di una lingua straniera indicata in sede di domanda e di informatica.

Le graduatorie e l’ammissione

Le graduatorie, salvo problematiche varie, saranno pubblicate ad inizio 2018. Coloro che risulteranno essere vincitori potranno essere chiamati in un lasso di tempo compreso tra 1 e 36 mesi. Ci saranno da svolgere 6 mesi di studio, passati i quali si diventa agenti in prova. Al termine dei 12 mesi si diventa “agente effettivo” demandato in uno dei tanti Commissariati Italiani. Da lì inizia la vostra carriera di poliziotto. Buona fortuna.

Vedi anche  Simona Vicari partecipa al Congresso nazionale dell'ordine degli ingegneri

La fonte da cui abbiamo attinto per la stesura di questo articolo: www.concorsopolizia.com