Come si può guadagnare se il prezzo dello strumento scende?

Avete mai visto film dove investitori istituzionali o non “scommettono contro l’economia”, cioè investono in modo tale da guadagnare se “tutto crolla”? Siamo sicuri di si… Ma allora alcune domande ci sorgono spontanee: si può guadagnare sul ribasso di qualsiasi strumento/mercato? Come è possibile nella pratica? Chi è che può guadagnare in questo modo? Tutti o solo “pochi fortunati”?

In questo articolo vogliamo fornirvi le risposte a tutte queste domande.

Si può guadagnare sul ribasso di qualsiasi strumento/mercato?

Fondamentalmente si! L’espressione corretta è “andare short”. Quando si va short (o corti) su un determinato strumento finanziario (potrebbe essere un’azione come un cambio od anche un derivato) si guadagna tanto più denaro tanto più il prezzo dello strumento scende. Ma com’è possibile?

Come è possibile nella pratica?

Supponiamo di voler shortare un’azione (solo per semplicità espositiva). Quel che succede è che nel momento in cui immettiamo l’ordine nel nostro software (o piattaforma che sia), in automatico vendiamo l’azione. Ma com’è possibile se non l’avevamo precedentemente in portafoglio? È il nostro broker finanziario che ce la presta, permettendoci così di venderla sul mercato incassando il corrispettivo guadagno. Solo una volta che il prezzo è sceso (se effettivamente abbiamo azzeccato la nostra previsione), possiamo ricomprare l’azione ad un costo minore tenendo la differenza come guadagno. Ovviamente comunque questa differenza non sarà il profitto netto perché prima dovremmo sottrarci sia le commissioni da pagare al broker per l’operazione, sia la tassazione sul capital gain (nel caso delle azioni e della realtà italiana, qualsiasi guadagno, sia da posizione long che da posizioni short è tassato al 26%) che gli interessi da pagare al broker per il prestito. Si, avete capito bene, nella pratica per andare short (esattamente come quando andiamo long operando in marginazione, cioè usando la leva finanziaria) il nostro intermediario di fiducia ci presta le risorse, ed in cambio chiede un interesse. Abbiamo trovato online un valido articolo che spiega ancora più nel dettaglio ed avvalendosi di un esempio numerico come questo sia possibile (Job & Trading).

Chi è che può guadagnare in questo modo? Tutti o solo “pochi fortunati”?

Per concludere è bene sapere che questo genere di guadagni sono ottenibili da chiunque. Al giorno d’oggi ormai qualsiasi tipo di intermediario finanziario (banca, istituzione pubblica, azienda privata, etc) che offre servizi di brokeraggio (mette cioè a disposizione del cliente una piattaforma per fare trading online) permette al cliente di operare short (e per giunta anche con leva!) e quindi di guadagnare pure in quelle situazioni in cui sembrerebbe che tutto il mondo ci stia crollando addosso.