Sistemi di riscaldamento a pavimento

In modo lento ma progressivo i sistemi di riscaldamento a pavimento stanno conquistando sempre più italiani e, soprattutto, costruttori edili che li stanno preferendo ai classici termosifoni. Conviene scegliere il riscaldamento a pavimento piuttosto che il tradizionale calorifero e se si, perché?

Un minimo di informazioni

Non essendo termoidraulici c’è poca dimestichezza di questa tematica  e, allora facciamo un poco di chiarezza. I termosifoni tradizionali sono solitamente ubicati in quelle zone dell’appartamento che sono state ritenute quelle più idonee per sistemare i caloriferi che, sfruttando i moti convettivi dell’aria, riscaldano l’ambiente circostante. Ed è proprio per questo motivo che l’aria si secca e si riscalda e sale verso l’alto per l’acquisita leggerezza e può essere dannoso per la salute se non si provvede a ripristinare un adeguato grado di umidità che reidrati l’aria; azione che un tempo, veniva svolta da contenitori di acqua che si mettevano sopra ai radiatori e che fungevano da umidificatori: abitudine che si è persa soprattutto per questioni di estetica.

Ma  risolvendo questo handicap se ne genera un altro: la perdita di calore che implica un consumo energetico maggiore.
I riscaldamenti a pavimento non presentano questo problema non generando alcun moto convettivo d’aria e, inoltre, sono più igienici in quanto sono eliminati radiatori e tubi a vista e non c’è il sollevamento di polveri, risultando il riscaldamento più adatto a coloro che patiscono le allergie.
Il riscaldamento radiante che si trova sotto il pavimento evita il riscaldamento dell’aria presente e agisce direttamente sul corpo offrendo lo stesso grado di benessere ma risparmiando almeno 2° di temperatura con ovvia riduzione della spesa energetica che può arrivare a -12% di costo rispetto ad un tradizionale riscaldamento.

Vedi anche  Cancelli in ferro: tutto quello che c'è da sapere

Pavimento caldo per tutti

Chi vive nella Capitale può contattare dei termoidraulici a Roma  per avere tutte le informazioni possibili soprattutto se si devono affrontare dei lavori di ristrutturazione per i quali, è possibile pensare di dotare la propria casa con un riscaldamento a pavimento che offre una performante flessibilità architettonica dal momento che può essere personalizzato ad hoc.

Degli esperti termoidraulici possono suggerirvi la miglior soluzione che si adatti alle vostre esigenze dal momento che esistono diverse aziende che propongono differenti tipologie di riscaldamento radiante a bassa inerzia termica. Esistono anche dei prodotti che possono essere messi in posa anche sopra le pavimentazioni esistenti sia che esse finite con piastrelle o con parquet oppure in qualsiasi altro materiale. I tempi di lavorazione ed i costi sono capaci di sorprendere chiunque pensi che trasformare il sistema di riscaldamento tradizionale in uno a pavimento, siano impossibili da sostenere. Infatti ci sono degli impianti che sono caratterizzati da sistemi di fissaggio veloci ed innovativi che eliminano l’utilizzo di binari, fascette e clips perché la tubazione è già abbinata ad una striscia ad aggancio rapido.

Scegliere un impianto di riscaldamento a pavimento  perchè con questo tipo di sistema  la qualità dell’aria è decisamente migliore consentendo un adeguato   comfort degli ambienti.