Quote scommesse Serie A 2017-2018, con le grandi si passa alla cassa

calcio

Il campionato di calcio 2017-2018 di Serie A, dopo che sono state disputate le prime quattro giornate, sta confermando le attese della vigilia. In particolare, chi ha scommesso in singola o un multipla con le Betn1 Quote sulle vittorie di Inter, Juventus e Napoli, nei primi quattro turni è sempre passato alla cassa in quanto le tre big di Serie A citate hanno vinto tutti e quattro i match in calendario.

Dai primi quattro match di Serie A è anche emerso che per la Juventus incrementare il filotto di scudetti a sette di fila non sarà per niente facile. Salvo crolli, come quelli visti l’anno scorso, l’Inter di Spalletti sembra infatti fare sul serio così come il Napoli in campionato spesso vince facile ed a suon di gol grazie al trio delle meraviglie, quello composto da Mertens, Callejon ed Insigne.

Per la corsa scudetto, sebbene sia stata battuta all’Olimpico dall’Inter, non va sottovalutata la Roma di Eusebio di Francesco in un torneo che, dopo tanti anni, potrebbe decidersi stavolta in base ai risultati degli scontri diretti. Le prime giornate del campionato, infatti, hanno confermato l’ampio divario tecnico tra le big e le squadre che lottano con la salvezza, ragion per cui le squadre in lotta per lo scudetto con queste formazioni avranno con ogni probabilità vita facile da qui e fino alla fine della stagione.

Juventus, Inter, Napoli, Roma e Milan, per la lotta scudetto, ed in generale per la conquista dei primi quattro posti che valgono la Champions League per la stagione successiva, direttamente dalla fase a gironi, dovranno guardarsi da almeno cinque squadre che, turno dopo turno, sono in tutto e per tutto delle mine vaganti. Ci riferiamo, nello specifico, alla Lazio di Simone Inzaghi che, sapendo gestire le energie in Europa League, potrebbe agevolmente inserirsi nella corsa per i primi quattro posti, ed all’Atalanta di Gasperini che continua a giocare ed a divertirsi sulle ali dell’entusiasmo dopo il quarto posto della passata stagione.

Poi ci sono pure il Torino, la Sampdoria e la Fiorentina che sono tre squadre combattive, ben allenate e con un’ottima organizzazione di gioco. Per il resto le prime giornate di campionato, nella bassa classifica, hanno messo in evidenza la scarsa cifra tecnica complessiva di squadre come l’Hellas Verona ed il Benevento, e le difficoltà a fare punti del Sassuolo, che aspetta il miglior Berardi, e del Genoa che, dopo aver rischiato la retrocessione nella passata stagione, rischia ancora una volta di far vivere ai suoi tifosi un’altra stagione da brividi.