Escursioni da Gallipoli: gli incantevoli borghi dell’entroterra salentino

panoramica gallipoli

Ormai da anni, il Salento è terra di mete ambitissime per le vacanze al mare. Ma le meraviglie delle sue coste non possono far dimenticare i tesori celati nell’entroterra, dove luoghi dal fascino unico custodiscono un patrimonio storico, culturale e naturalistico che merita di essere scoperto con attenzione. Ecco allora una panoramica su due località a pochi chilometri da Gallipoli: Galatina e Martano.

Galatina. Ubicato nel cuore del Salento, a circa 20 chilometri a nord di Gallipoli ed altrettanti a sud di Lecce, il comune di Galatina custodisce alcune fra le più preziose testimonianze artistiche ereditate dagli Orsini del Balzo, e arricchite nei secoli successivi. Queste si concentrano nel centro storico cittadino, che accoglie i visitatori con gli archi di Porta Nuova, Porta dei Cappuccini e Porta Luce, tramite i quali si accede a un suggestivo dedalo di vicoli costellati da monumenti di grande pregio storico.

Tra i più significativi, spiccano la Basilica Orsiniana di Santa Caterina d’Alessandria, considerato uno dei più significativi esemplari di architettura romanica e gotica italiana; la Chiesa delle Anime Sante del Purgatorio (conosciuta anche come Santa Maria delle Grazie), interessante edificio del XVIII secolo, caratterizzato da un originale soffitto ligneo a lacunari ottagonali; la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, una miscela unica di stili architettonici provenienti da diverse epoche, dal XIV secolo sino agli ultimi interventi di ristrutturazione del XIX secolo. Un’altra tappa da non perdere sono le suggestive cripte basiliane di Santa Maria della Grotta, Sant’ Anna e Santa Maria della Porta, fondate dai monaci tra il IX e il XIV secolo.

Come arrivare – Da Gallipoli, chi si muove in auto può raggiungere Galatina in circa 25 minuti percorrendo la SS101, proseguendo poi in direzione SP18 sino all’uscita Galatina. È possibile arrivare a destinazione anche con i mezzi pubblici, grazie alla linea L5, che conduce a destinazione in circa 30 minuti di viaggio.

Martano. A 14 chilometri da Galatina e a 40 da Gallipoli, si incontra Martano, fiore all’occhiello del Salento centro-orientale, nonché cuore pulsante della Grecìa Salentina, l’isola linguistica in cui si parla il griko, un antico dialetto di origine greca. Passeggiando per le sue stradine, si possono ammirare diversi monumenti di grande suggestione, come il maestoso Palazzo Baronale, un tempo Castello Aragonese, e il Menhir del Teofilo, il più alto monolite della Puglia. Appena fuori dal centro abitato, invece, si può visitare la Specchia dei Mori, una delle più antiche Specchie del Salento, ovvero le caratteristiche costruzioni fatte di lastre calcaree ricavate dalla lavorazione a mano dei soprasuoli salentini. Martano, tra l’altro, è a sua volta un ottimo punto di partenza per visitare altri luoghi d’interesse ubicati nelle vicinanze, come l’incantevole Spiaggia di Torre dell’Orso e i Faraglioni di Sant’Andrea, perfetti anche qualora associati alle tappe citate in questo articolo su Gallipoli.