La riflessologia plantare nel bambino

riflessologia plantare

Rimedio naturale molto utilizzato dagli adulti, la riflessologia plantare può essere utilmente praticata anche sui bambini, già a partire dalla prima infanzia e fino all’adolescenza.

I bambini, del resto, sono in grado di rispondere in maniera eccellente al massaggio plantare, grazie alla notevole energia vitale di cui sono dotati.

La riflessologia plantare per i bambini: a cosa serve?

La tecnica della riflessologia plantare può essere praticata sui bambini, per alleviare piccoli e grandi disturbi. La motivazione che, più frequentemente, spinge i genitori a richiedere il massaggio zonale dei piedi sono i malanni che, in genere, colpiscono i bambini nei primi anni di età.
La riflessologia plantare è infatti molto utile per stimolare le difese immunitarie e, dunque, per prevenire le influenze ricorrenti tipiche del periodo di inserimento alla scuola materna.

Ma molteplici sono i disturbi dei bambini che possono essere alleviati con la riflessologia plantare: stitichezza, mal di orecchie, mal di pancia, diarrea, problemi di digestione, enuresi, tosse, problemi legate all’insorgenza della prime paure e stanchezza sono tutti piccoli disturbi e fastidi che possono essere molto efficacemente trattati con il massaggio plantare.

E non è finita qui. La digitopressione è molto utile per combattere i problemi legati alla dentizione, per alleviare crisi di pianto e coliche intestinali oppure per risolvere piccoli problemi o traumi psicologici subiti dal bambino.

In questo senso, il massaggio plantare viene spesso utilizzato per aiutare quei bambini che hanno problemi di inserimento (sia alla scuola materna che a quella elementare) e temono il distacco con la mamma: in tutti questi casi, la digitopressione si è rivelata molto utile ed efficace.

Come deve essere effettuato il massaggio plantare sui bambini

Ricordiamo che i bambini sono particolarmente sensibili: ecco perché il tocco utilizzato per effettuare il massaggio plantare dovrà essere più leggero e delicato rispetto a quello praticato sugli adulti.

Anche il trattamento effettuato sui bambini dovrà avere necessariamente una durata inferiore. Di solito, il massaggio plantare ha una durata di circa 1 ora per l’adulto.

Il bambino, invece, potrà sottoporsi alla digitopressione per un periodo di tempo limitato: stiamo parlando di circa 20-30 minuti che, a seconda della reazione o del disturbo del bambino, possono anche essere ridotti. Indispensabile, ovviamente, rivolgersi a riflessologi autorizzati e di fiducia.